(di Emanuele IAQUINTA)


Sit-in di protesta stamattina presso la Casa di Riposo “V. Giglio” di Bisignano, struttura che fino a qualche anno fa era vanto della precedente amministrazione ed ora si cerca un nuovo gestore, perché piena di debiti, così dicono le carte.

Di tutta questa situazione come sempre a pagarne le conseguenze sono i lavoratori, che nel corso degli anni, hanno svolto sempre onestamente il loro compito e nonostante i ritardi nei pagamenti non hanno mai voltato le spalle ai tanti “ospiti” avanti negli anni presso la Casa di Riposo.

Non ci interessano colpe ed “intrallazzi” vari, noi saremo sempre dalla parte di chi lavora onestamente, perché chi presta un servizio deve essere pagato, l’art. 36 della Costituzione Italiana dice questo: «Il lavoratore ha diritto ad una retribuzione proporzionata alla quantità e qualità del suo lavoro e in ogni caso sufficiente ad assicurare a sé e alla famiglia un’esistenza libera e dignitosa. La durata massima della giornata lavorativa è stabilita dalla legge. Il lavoratore ha diritto al riposo settimanale e a ferie annuali retribuite, e non può rinunziarvi.»

I lavoratori della Casa di Riposo “V. Giglio” hanno sei mensilità da percepire in arretrato, a pensarci è una cosa aberrante, la metà di un anno solare non retribuita!!! Giudicate voi!!! Tra le altre cose non hanno certezza di conservare il loro posto di lavoro, vista la volontà dell’attuale Amministrazione di consegnare la struttura in gestione a privati.

Speriamo che questa difficile situazione si risolva nel migliore dei modi, soprattutto per chi lavora presso la struttura.