(di Mario GUIDO)


Nella seduta del Consiglio Comunale di Bisignano che si è svolta ieri, all’ordine del giorno figurava un solo argomento che è stato approvato all’unanimità dopo una lunghissima ed accesissima discussione alla quale hanno partecipato tutti i gruppi di opposizione e ovviamente i big della maggioranza. Si trattava di approvare “Schema di convenzione per la gestione associata delle funzioni relative ai servizi socio-assistenziali finanziati con risorse dirette all’Ambito territoriale di Montalto Uffugo – Distretto socio Assistenziale n°3 Media Valle del Crati e allegati Regolamento di funzionamento della Conferenza dei Sindaci e Regolamento per la composizione e il funzionamento dell’Ufficio di Piano“.

Dopo l’appello nominale e dopo alcune osservazioni del Presidente del Consiglio, Antonio Ammirata, in merito allo svolgimento dei lavori del Consiglio, ha preso la parola il sindaco, Francesco Lo Giudice che ha riferito su tanti avvenimenti e tanti fatti avvenuti intorno alle passate settimane. In particolare il Sindaco si è compiaciuto sul “Centenario della Nascita del Maestro Liutaio Nicola DE BONIS che è stato inserito dal Ministero dei Beni Culturali nell’anno Europeo per il Patrimonio Culturale”.

Il Sindaco, inoltre, ha annunciato l’apertura dello sportello del lavoro; la cerimonia della Giornata della Memoria durante la quale un bisignanese, Italo Fucile, è stato insignito, alla memoria, di una medaglia per essere stato chiuso nel Campo di Ferramonti; il bisignanese Luca Pignataro è stato eletto Presidente della CIA Calabria Nord. Infine il primo cittadino ha invitato tutti a partecipare alla serenata del Cavaliere che si svolgerà il 14 febbraio prossimo, giorno di San Valentino.

Dopo le comunicazioni del Sindaco è intervenuta Francesca Pirillo, che fa parte della maggioranza, ma non ne condivide alcune decisioni che critica liberamente dicendo che, spesso, viene tenuta lontana dagli incontri della maggioranza. L’ex sindaco, Umile Bisignano ha considerato, criticandoli, alcuni fatti amministrativi e ha respinto alcune accuse alla sua passata Amministrazione.

Anche Andrea Algieri, consigliere comunale più votato in diverse elezioni, ha criticato a voce alta il comportamento della maggioranza che non rispetterebbe le promesse fatte e, inoltre ha invitato il sindaco a rendersi conto delle sue prerogative, soprattutto per quanto concerne le decisioni importanti che qualificano l’Amministrazione. Non è mancato l’intervento di Francesco Fucile che anche se con tono più pacato, ha rivolto le sue critiche riservandosi di essere più puntuale in occasione della discussione sul prossimo Bilancio.