(di Daniele Atanasio SISCA - Sindaco Santa Sofia d'Epiro)


(foto Daniele Sisca)

Cari cittadini di Santa Sofia, È per me un onore immenso aver prestato giuramento di osservanza alla Costituzione e aver assunto ufficialmente le funzioni di Sindaco della cittadina di S. Sofia d’Epiro. Il risultato elettorale dello scorso 26 maggio ha sancito l’inizio di una nuova fase politica e sociale per la nostra comunità: aver raggiunto il 65% dei consensi rappresenta un risultato storico per il nostro amato paese.

Questo vuol dire che ci sono tutti i presupposti per avviare un percorso che porti a quell’unione che da troppo tempo tutti invochiamo. Sono maturi i tempi per mettere definitivamente a tacere le schermaglie politiche, le battaglie di retroguardia, gli odi, i rancori e qualsiasi altro elemento che nuoce al benessere di una comunità. Proprio per questo, il nostro operato sarà sin da subito improntato sul raggiungimento della cosiddetta “pace sociale”. Per far ciò occorre unire tutte le forze del nostro territorio, a prescindere dagli orientamenti politici e dalle contrapposizioni ideologiche.

Al più presto inizierò un ampio confronto con gli attori principali della nostra società. Inizierò con i dipendenti del nostro Ente, al fine di rendere il più possibile funzionale la macchina comunale, cercando di rispondere in modo ottimale alle richieste dei cittadini e valorizzando al meglio le competenze dei dipendenti stessi. Farò lo stesso con tutte le associazioni presenti sul territorio, con le istituzioni scolastiche, con la parrocchia e con le Forze dell’Ordine, al fine di impostare una collaborazione fattiva e costruttiva.

Faccio appello alla minoranza consiliare, affinché il loro operato - seppur contraddistinto da spirito di osservazione e critico - possa aiutarci a vivere in vero spirito di servizio, svolgendo in ruolo in maniera propositiva. Faccio ancora appello, unitamente ad un caloroso ringraziamento da parte di tutta la comunità, alla dott.ssa Antonella Vecchio che mi ha preceduto nella gestione dell’Ente in qualità di commissario straordinario.

Infine, l’appello più importante voglio rivolgerlo a tutti i cittadini sofioti: a voi chiedo di starci vicino, di sorreggerci, di incoraggiarci, di aiutarci in ogni modo e maniera per amministrare al meglio questa splendida comunità. Il nostro operato mirerà dapprima a risolvere le criticità presenti nel nostro territorio. Partiremo con la risoluzione dell’annosa questione del cimitero comunale: in questi giorni abbiamo già avuto modo di confrontarci per fornire le soluzioni più adeguate. Presteremo immediata attenzione alla viabilità, soprattutto a quella rurale, cuore pulsante dei collegamenti per la nostra comunità. Cercheremo di ridurre, per quanto possibile, la tassazione comunale, fornendo agevolazioni e vantaggi soprattutto alle attività economiche.

Mi piace citare, senza entrare nel dettaglio, i titoli che qualche mese fa con tanta passione abbiamo deciso di dare ai paragrafi del nostro programma elettorale: “Vivere al meglio nella nostra comunità”; “Far germogliare la nostra agricoltura”; “Noi e Voi per rilanciare S. Sofia”; “Lavoro di squadra, lavoro per tutti”; “In difesa dei più deboli”; “I giovani di oggi, talenti di domani”; “Lealtà, passione e impegno”. Quando elaboravamo questi slogan pensavamo alla nostra idea di città, non abbiamo semplicemente pensato a delle reclame pubblicitarie solo belle da ascoltare.

Pensavamo a quello che avremmo voluto realizzare nel concreto qualora il popolo sofiota ci avrebbe voluto al governo. E adesso guardiamo con fiducia a questi punti, questa volta per attuarli e renderli parte integrante dell’azione amministrativa: sulla base di tutto questo, rinnovo il caloroso augurio di buon lavoro all’intero consiglio comunale, alla mia squadra di maggioranza di cui vado fortemente fiero e di cui sono veramente orgoglioso di averla al mio fianco, nonché ai componenti della minoranza consiliare. Sarò un Sindaco in mezzo alla gente. Amministrerò per i cittadini e con i cittadini.

Cercherò, con l’aiuto indispensabile di questa squadra di governo, di creare una città vivibile, una Santa Sofia che non costringa i giovani a fuggire, che sia accogliente con gli stranieri e i turisti, una Santa Sofia che sia solidale con gli anziani e gli ammalati, una comunità a misura d’uomo. La Santa Sofia che tutti vogliamo.

Grazie a tutti. Con immenso affetto, a tutti i sofioti.

GLI ASSESSORI E LE DELEGHE

Ass.Vincenzo Sanseverino – Delega ai Servizi sociali, salute e personale ed espressa delega di Vice-Sindaco
Ass. Rossella Sica – Delega ai rapporti con associazioni, pubblica istruzione e turismo
Cons. Antonello Gradilone – Delega arredo urbano, manutenzione immobili, Igiene urbana e Lavori Pubblici
Cons. Carmine Paldino detto Minuzzo – Delega Viabilità, verde pubblico, Manutenzione reti idriche e fognarie,
Cons. Livio Augusto Caravona – Delega Sport, Spettacolo, Politiche Giovanili, Tempo libero
Cons. Natale Groccia – Delega Agricoltura, ambiente , attività produttive
Cons. Nunzia Spagnuolo – Delega allo sviluppo economico, Zona industriale, urbanistica, demanio fluviale.

Il Sindaco, inoltre, conserva la titolarità della cura di tutti gli altri settori non delegati.