(di Redazione)


(foto Gina Amodio)

In questo ultimo periodo crescono le critiche nei confronti dell’Amministrazione Comunale, troppe sono le cose che non vanno, ultima delle quali il blocco del servizio di raccolta differenziata, dovuto al mancato pagamento degli operatori ecologici da parte dell’azienda “Servizi Ecologici” che vanta un credito di diverse migliaia di euro dal Comune di Bisignano.

Tra i più avversi all’Amministrazione, sono i consiglieri Gina Amodio e Lucantonio Nicoletti, eletti tra le file della maggioranza e, come ben sappiamo, ora seduti tra i banchi dell’opposizione.

La Amodio (nella foto) in mattinata si è recata presso il Municipio con dei sacchi pieni di rifiuti affermando le seguenti parole:

“Carissimo SINDACO e carissimi AMMINISTRATORI, quante sanzioni amministrative avete elevato nei confronti di chi non rispetta la normativa sui rifiuti, nonostante COLTE dalle TELECAMERE DI VIDEOSORVEGLIANZA?! AVETE chiuso un occhio per evitare di perdere consensi, nonostante io non ero d’accordo. ADESSO PREOCCUPATEVI DI QUESTO. NON PREOCCUPATEVI della sanzione amministrativa da elevare nei miei confronti.... PAGHERÒ anche questa!!!”

Rincara la dose il consigliere Lucantonio Nicoletti rivolgendosi al Primo Cittadino:

NEI PRIMI GIORNI DI SETTEMBRE avevi DIMENTICATO che iniziava la SCUOLA, poi ti sei dimenticato che devi (ogni tanto) pagare la DITTA della RACCOLTA RIFIUTI, poi sempre perché hai la memoria corta dimentichi di far partire l’ASSISTENZA ai DISABILI (10 BAMBINI disabili che non possono avere sostegno) solo perché sei un incapace”.

“Ti dimentichi - continua Nicoletti - di procurare atti per far arrivare FONDI alla CASA di RIPOSO, non sai trovare soluzione per riprendere i LAVORI DELLA CASERMA, attualmente bloccati, ora ti raccomando, lunedì non fare partire neanche la MENSA e poi per chiudere in bellezza perdiamo i finanziamenti per l’ASILO NIDO COMUNALE… Ma di cosa stiamo parlando ma non ti vergogni neanche un po'?”

Entrambi i consiglieri con queste parole tengono a sottolineare che non erano loro gli “INCAPACI” in Amministrazione, ma, visti i recenti risultati, i colpevoli vanno cercati tra chi attualmente ha il “POTERE” tra i banchi di maggioranza…