(di Emanuele IAQUINTA)


Con la chiusura delle discariche per i comuni morosi, si inaspriscono le polemiche verso l’attuale amministrazione comunale, per domenica 13 è stata organizzata una conferenza stampa congiunta dai gruppi politici de “La Calabria che Vuoi/Forza Italia Bisignano” guidata da Francesco Chiaravalle e dalla compagine “Insieme per il buon governo” dell’allora candidato a primo cittadino Francesco Fucile.

Il più critico con l’amministrazione e il sindaco Francesco Lo Giudice resta il consigliere comunale Lucantonio Nicoletti (in foto), che con queste parole li attacca a 360° in vista dell’arrivo di un nuovo professionista, che proviene fuori dalle mura della nostra cittadina:

«A BISIGNANO giorno 15 OTTOBRE arriva un PROFESSIONISTA che andrà a gestire i settori lavori PUBBLICI/URBANISTICA».

«L’ AMMINISTRAZIONE COMUNALE targata LOGIUDICE/FUSARO E SOCI, ha pensato bene di prendere un PROFESSIONISTA esterno PAGATO 37 MILA euro l'anno, un PROFESSIONISTA fortemente voluto a Bisignano, un professionista di COSENZA però, quelli di BISIGNANO, per gli amministratori, non esistono».

«Tutto questo – continua Nicoletti - quando:

  • 30 FAMIGLIE DI BISIGNANO dipendenti della CASA di RIPOSO avanzano 6 mensilità
  • 17 FAMIGLIE DI BISIGNANO dipendenti della RACCOLTA DIFFERENZIATA avanzano 4 mensilità
  • 15 FAMIGLIE DI BISIGNANO che lavorano nella ditta dei pulmini avanzano 3 mensilità
  • 5 FAMIGLIE DI BISIGNANO che lavorano nella MENSA scolastica non prendono la mensilità perché ancora non iniziata
  • 45 FAMIGLIE DI BISIGNANO dipendenti comunali avanzano 1 mensilità».

«In pratica l’AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI BISIGNANO ha fatto in modo che 102 FAMIGLIE DI BISIGNANO hanno difficoltà ad arrivare a fine mese, mentre UNA FAMIGLIA DI COSENZA a fine mese ci arriva con un equivalente di tre stipendi delle suddette famiglie, premettendo che verrà pagato con i soldi dei BISIGNANESI».

«Questi – conclude Nicoletti - sono gli amministratori di BISIGNANO che ci amministrano, al peggio non c’è mai fine. Cari BISIGNANESI, che dirvi, vi chiedo SCUSA IO PER LORO. NON PERDONATELI perché sanno (bene) cosa fanno».

Tante polemiche che crescono giorno dopo giorno in un paese sempre più fermo e con problemi che si accentuano sempre di più e cittadini stanchi di tutto questo, per non parlare della scelta di professionisti esterni, quando Bisignano ha tanta gente capace, che, il più delle volte, per fare il lavoro per cui ha studiato, ha dovuto lasciare il paese natìo…