(di Uff. Stampa Amministrazione Comunale)


A seguito delle gravissime notizie riportate dagli organi di stampa ed afferenti le indagini che hanno portato al sequestro dell'impianto di depurazione della Consuleco S.r.l. che, com'è noto, oltre alla propria attività privata, conduce anche l'impianto di smaltimento reflui urbani del Comune di Bisignano, l'Amministrazione Comunale si dichiara fortemente preoccupata ed allarmata da quanto starebbe emergendo e ripone piena fiducia nell’attività svolta dagli organi inquirenti.

Il nostro Ente, pertanto, rimane a totale disposizione per una fattiva e completa collaborazione con gli organi preposti al fine di favorire il regolare e celere corso della giustizia e la piena ricerca della verità, non mancando di precisare che la Consuleco S.r.l. opera sul territorio di Bisignano in virtù di un’autorizzazione AIA (Autorizzazione Integrata Ambientale) rilasciata dalla Regione Calabria.

Pur con la dovuta prudenza del caso, l’Amministrazione comunale anticipa sin da ora che, qualora le gravissime emergenze dovessero accertarsi come vere, il Comune di Bisignano non esiterà a costituirsi parte civile a tutela della salute dei cittadini e della difesa ambientale del territorio di Bisignano e dell'intero bacino del Crati.

Si vuole comunque rassicurare la cittadinanza che questa Amministrazione continuerà a fare tutto quanto nelle sue possibilità al fine di garantire, con indice di priorità, il servizio di depurazione comunale e la tutela del territorio.