(di Emanuele IAQUINTA)


Per chi mastica politica sa che in questa tornata elettorale il vero vincitore, se così si può chiamare, è stato l'astensionismo, infatti, oltre il 55% degli aventi diritto non si sono recati alle urna.

A vincere è Mario Gerardo Oliverio (in foto) della coalizione di Centro-Sinistra con oltre il 60% delle preferenze, tracollo del Centro-Destra che si è presentato alle urna diviso, ha visto prendere quasi il 24% con Wanda Ferro, candidata della coalizione Forza Italia, circa il 9% Nino D'Ascola del NCD-UDC, il Movimento Cinque Stelle con Cono Cantelmi, vicino al 5% e fuori dal Consiglio Regionale L'Altra Calabria di Domenico Gattuso che non arriva neanche al 2%.

Per quanto riguarda Bisignano, da segnalare l'exploit di Roberto Perri, cittadino acrese, ma residente a Bisignano, appoggiato solo da un gruppo di amici, senza politici alle spalle, ad essere il più votato nel Comune con 519 preferenze. Alle sue spalle Pino Gentile con 384 voti, Franz Caruso con 333 voti, Mauro D'Acri con 248 e Giuseppe Giudiceandrea con 211.