(di Mario GUIDO)


Si è reso necessario riconvocare in altra data da stabilirsi il Consiglio Comunale di Bisignano che, per vizio di notifica, non è stato possibile celebrare in seconda convocazione. Come abbiamo già riportato su queste pagine il Consiglio Comunale di Bisignano era stato regolarmente convocato per le ore 15;00 del 26 ottobre scorso per discutere e deliberare su un nutritissimo ordine del giorno concernente soprattutto argomenti di natura finanziaria e di bilancio.

Superata l’ora di tolleranza, alle ore 16;00 fatto l’appello nominale, è stata riscontrata la mancanza del numero legale per l’assenza di quattro consiglieri di maggioranza e dei quattro consiglieri di opposizione che, vista la situazione hanno deciso di allontanarsi dai banchi del Consiglio per cui, all’appello nominale, risultarono presenti soltanto sette componenti della maggioranza. A questo punto il presidente del Consiglio Comunale, Antonio Ammirata (nella foto), dichiarata nulla la seduta, l’ha rinviata alla seconda convocazione.

Fissata per le ore 18;00 del giorno dopo la seduta ha avuto inizio alle ore 19;00 con l’appello nominale che ha fatto registrare la presenza soltanto della maggioranza, questa volta al gran completo. Il presidente, dopo aver fatto l’appello nominale, ha dichiarato che la seduta non poteva avere corso per vizio di notifica verificatosi a causa della ristrettezza dei tempi che non ha consentito di avvisare per tempo un componente del Consiglio Comunale, risultato assente in prima convocazione e quindi ha rimandato la seduta ad altra data da stabilirsi.