(di Francesco FUCILE)

(foto Francesco Fucile)

Questa giunta comunale ormai non ha più regole e agisce come se il Comune fosse casa propria e non la casa trasparente di tutti i cittadini. Rimescolare le deleghe degli assessori ha tutta l’aria di una vera presa in giro politica che non ha sortito nulla e le cui motivazioni rimangono ancora avvolte nel mistero. È sufficiente dare un'occhiata a due recenti deliberazioni della giunta per capire qual è il metodo del sindaco e dell’esecutivo, o almeno della maggior parte di essi.

(di Francesco CHIARAVALLE - segr. LA CALABRIA CHE VUOI BISIGNANO)

(foto Gianluca Gallo)

A circa una settimana di distanza dalla concessione delle 300.000,00 euro da parte della Regione Calabria per il ripristino e completamento della chiesa del Santuario di Sant'umile di Bisignano si susseguono gli interventi dei vari personaggi politici della città anche di chi aveva perso la voce nell'ultimo decennio, ma noi del movimento politico LA CALABRIA CHE VUOI CIRCOLO DI BISIGNANO vogliamo precisare alla cittadinanza giusto per dovere di cronaca.

(di Redazione)

(foto Ornella Gallo)

Dopo l’azzeramento della giunta comunale il sindaco Francesco Lo Giudice ha riconferito le deleghe agli assessori, tra le novità più evidenti la nomina di Ornella Gallo come vicesindaco, subentrante a Graziano Fusaro.

(di Redazione)

(foto Francesco Fucile)

Osservando la delibera in allegato, basta cliccare qui per visualizzarla, i consiglieri di opposizione hanno votato contro al bilancio di previsione finanziario, ma sull'atto risulta che si sono astenuti, queste le parole del consigliere Francesco Fucile:

«C'è davvero da rimanere sbigottiti di fronte all'ennesimo atto d’imperizia amministrativa. Personalmente sono anche offeso e urtato da alcuni atteggiamenti chiaramente lesivi dell’immagine e della reputazione politico-amministrativa dei consiglieri d’opposizione che hanno dichiarato chiaramente il voto contrario al bilancio di previsione finanziario, approvato al Consiglio Comunale del 27 marzo 2019».

(di Rosario PERRI - Nuove Narrazioni Bisignano)

(foto Rosario Perri)

La situazione politica a Bisignano sta prendendo una strada che rischia di rivelarsi un vicolo cieco. Non si capisce bene quali siano le intenzioni dei gruppi di maggioranza a parte quella di far emergere una lotta fratricida che ai bisignanesi francamente importa poco. Può essere un ottimo elemento di discussione nei bar, ma è in gioco la credibilità di quella che si è candidata ad essere la futura classe dirigente e a cui i bisignanesi hanno affidato le loro speranze.

(di Alberto DE LUCA)

Nella scena politica bisignanese, ognuno gioca la sua parte e fa le proprie scelte, in base al coraggio, alle sue possibilità e nel pieno del Diritto costituzionale. Chiunque comprende che obbedisce a cose ingiuste e contrarie alla propria volontà, rifiuta di accettare le decisioni messe in atto per dominarlo. L’ordine che non può essere obbedito è meglio non darlo, soprattutto in un rimpasto di Giunta. A ogni modo, è bene tenere presente che nella gestione pubblica di un paese, la voce dei cittadini rappresenta la frontiera della libertà, il diritto di cambiare tutto e di ricominciare anche dagli errori.

(di Redazione)

In mattinata il consigliere comunale Francesco Fucile si è recato presso la sede della Provincia di Cosenza ed ha incontrato il presidente Franco Iacucci, per sollecitare la realizzazione della rotonda sulla Strada Provinciale 234, in località Sellitte, luogo dove si sono verificati molti incidenti, alcuni di questi, purtroppo, mortali.

(di Uff. Stampa Circolo La Calabria che Vuoi/Forza Italia Bisignano)

Apprendiamo dagli organi di stampa la lista dei Nuovi/vecchi assessori, ai quali il primo cittadino ha ridistribuito le deleghe rattoppando qua e là, o meglio, cercando di non deludere nessuno.

(di Francesco FUCILE)

(foto Francesco Fucile)

Il sottoscritto Francesco Fucile, consigliere comunale di Bisignano -  Gruppo consiliare "Insieme per il Buon Governo":

considerato che stamattina all’incrocio pericoloso di Contrada Sellitte si è verificato l’ennesimo grave incidente, mettendo a grave rischio l’incolumità di più persone; 
considerato che, nel corso degli anni, in questo “incrocio maledetto” si sono verificati numerosi incidenti, alcuni dall'esito purtroppo mortale;
considerato che da anni tutti chiedono che venga realizzata in quel punto una rotonda, ma la sua realizzazione è sempre slittata; 
considerato che l’Amministrazione Comunale da Lei guidata ha assunto l’impegno politico e  morale di adoperarsi affinchéa rotonda venisse realizzata in tempi brevi; 
considerato che le misure transitorie adottate dall’Amministrazione Comunale, si sono mostrate tutte inefficaci, provocando disagio e malumori, in particolare, tra i cittadini residenti in prossimità dell’incrocio;