(di Gina AMODIO)

(foto Gina Amodio)

Non posso non replicare all’articolo scritto dall’intera Amministrazione Comunale (Nomina del Vicesegretario). Vi invito a rileggere il mio post su Facebook. Siete voi che volete “mistificare la realtà”. Non ho fatto nessun riferimento al costo aggiuntivo per la nomina del vicesegretario, ho solamente scritto di sostituire il segretario. Prima che io lasciassi la maggioranza, tutta l’Amministrazione lamentava la mancata presenza giornaliera del segretario in municipio ed il poco impegno nello svolgere il suo lavoro.

(di Lucantonio NICOLETTI)

(foto Lucantonio Nicoletti)

Si registra il primo record negativo dell'amministrazione Lo Giudice dell'anno 2020. A inizio Gennaio del nuovo anno l'amministrazione Lo Giudice chiede un ulteriore milione di euro di anticipazione di cassa che aumenta da 3 milioni a circa 4 milioni. Batte il record della vecchia amministrazione che nel 2017 aveva chiesto 3 milioni di anticipazione di cassa, operazione finanziaria molto criticata dallo stesso Lo Giudice, definendola un'operazione irresponsabile nei confronti dei cittadini che pagano le tasse.

(di Uff. Stampa candidato Domenico Augliera)

(foto Domenico Augliera)

"Ai già ingenti danni causati ai calabresi per l’inesistenza o inefficienza di servizi essenziali, si aggiunge, tanto per cambiare, anche il danno erariale”. Lo afferma, in una nota, Domenico Augliera, candidato M5S al Consiglio regionale della Calabria, che aggiunge: "Consiglieri regionali di centrodestra e centrosinistra che, stando a notizie stampa, dovranno restituire decine di migliaia di euro per quanto stabilito dalla Corte dei conti, si ripresentano spavaldamente alle elezioni del prossimo 26 gennaio”.

(di Emanuele IAQUINTA)

Analizzando le elezioni regionali di ieri, che ha visto trionfare il centro destra con Jole Santelli, prima donna a diventare presidente della Calabria, possiamo notare che anche in questa tornata elettorale, proprio come cinque anni fa, a vincere è l’astensionismo, infatti anche in queste Regionali 2020, oltre il 55% degli aventi diritto non si è espressa, a dimostrazione che nella nostra regione i candidati di qualsiasi colore politico non sono ben visti dalla maggioranza dei calabresi. Cari politici, se avete un po' di coscienza, avete poco da festeggiare.

Comunque per diritto di cronaca, pubblichiamo anche noi i dati della nostra cittadina:

(di Uff. Stampa candidato ERNESTO MADEO)

(foto Ernesto Madeo)

“La Filiera del Fare” è il nome del progetto di rinnovamento ideato da Ernesto Madeo, candidato di Fratelli d’Italia nella circoscrizione di Cosenza, per Jole Santelli presidente. Ernesto Madeo sessant’anni, di San Demetrio Corone, è titolare e fondatore dell’omonima azienda di salumi, nata nel 1984, oggi presente sui maggiori mercati internazionali. La “Filiera del fare” racchiude contemporaneamente la storia dell’imprenditore e la visione dell’uomo politico.

(di Emanuele IAQUINTA)

In serata presso la Sala Conferenze della Biblioteca Comunale ha parlato alla cittadinanza il candidato a presidente del Consiglio Regionale per la coalizione di centrosinistra, l’imprenditore Pippo Callipo.

(di Emanuele IAQUINTA)

Si avvicinano sempre più le elezioni in Calabria, giorno 26 c.m. i cittadini calabresi saranno chiamati a votare il nuovo governatore della Regione, i candidati sono quattro: l’imprenditore Pippo Callipo per la coalizione di centrosinistra, Jole Santelli per quella di centrodestra, l’ex dirigente della Protezione Civile calabrese Carlo Tansi con una lista civica e Francesco Aiello per il Movimento 5 Stelle.

(di Redazione)

Dopo le festività natalizie la politica locale torna nel vivo, questa volta attraverso i social, tornano a parlare i consiglieri comunali, usciti dalla maggioranza, Lucantonio Nicoletti e Gina Amodio, i quali con un post spiegano ai cittadini il 2019, appena concluso, la maggior parte dei fallimenti dell’attuale Amministrazione.

(di Gina AMODIO)

(foto Gina Amodio)

Il Sindaco Lo Giudice nell’ultimo Consiglio Comunale del 20-12-2019, si accorge della sua debolezza: non ha più la sua maggioranza! Ben cinque dei suoi consiglieri (i più votati) hanno lasciato l’Amministrazione Lo Giudice. Il Sindaco dovrebbe pensare anche alla tenuta della maggioranza con cui ha vinto le elezioni e ai consiglieri che gli hanno permesso di diventare primo cittadino e che sono stati messi alla porta, non rendendosi conto che senza i nostri voti non avrebbe vinto le elezioni.