(di Lucantonio NICOLETTI)


Da più settimane è stata messa in giro la voce che Lucantonio Nicoletti cerca di ostacolare il Palio perché ha chiesto di verificare la sicurezza del campo sportivo e del palco modulare in dotazione al Comune. Chi diffonde queste notizie è falso e strumentalizza le cose perché non c’è nessuna denuncia. Sono le voci dei soliti amministratori che cercano di screditare chi non è con loro e per nascondere la loro incapacità.

Da due anni è stato posto questo problema da parte degli uffici e dalle istituzioni preposte e il sottoscritto si è sempre attivato per risolvere in tempi brevi le criticità che sono state prospettate. Addirittura i Carabinieri hanno segnalato e chiesto da un anno l’agibilità del Campo sportivo. L’ultima richiesta risale al’8 maggio 2019. Queste richieste sono ben note a tutti gli amministratori e non solo a loro.

Allora perché accusare il sottoscritto? Perché nascondere la verità? Addirittura il palco ha 30 anni e nessuno si è mai preoccupato di metterlo a norma. Tutti questi problemi li sapevamo già dall’insediamento, ma il sindaco e gli assessori delegati alla cultura e al campo sportivo hanno dormito, salvo accorgersene nell'ultimo periodo. Allora, la scusa migliore è quella di accusare gli altri, piuttosto che riconoscere le proprie responsabilità e incapacità.

La mia colpa sarebbe solo quella di ricordare per tempo che ci sono questi problemi. Gli amministratori della trasparenza dormono, sono i veri responsabili del ritardo delle inadempienze e cercano di far passare l’idea che il responsabile di tutto questo è il sottoscritto. A Bisignano chi dà consigli e s’impegna per risolvere i problemi, viene accusato di voler creare problemi, l’Amministrazione comunale che, invece, è responsabile delle inadempienze e del ritardo diventa la vittima da giustificare.

Al sindaco l’ho sollecitato più volte per darsi una mossa perché il Palio si svolgesse con tutti i requisiti, come avevano chiesto i carabinieri, l’ufficio tecnico e come avevamo promesso agli organizzatori. Ci sono i documenti che dimostrano questo. Lo nascondono e dicono bugie perché fa più comodo accusare Lucantonio Nicoletti che non è più in maggioranza a risolvergli i problemi quotidiani.

Mi dispiace solo che ci sono persone chi si prestano ad alimentare queste false accuse. Nonostante tutto il sottoscritto è sempre propositivo. La soluzione è a portata di mano. Quando ero ancora assessore ho detto al sindaco che se avesse dormito ancora su questa problematica, come fa per tante cose, sarei stato disponibile ad assumermi la responsabilità per far svolgere tranquillamente il Palio, senza creare allarmismi.

Ora lo invito ad assumersi la responsabilità di firmare gli atti senza scaricare la responsabilità della sua negligenza ad altri. Se non se la sente lui, può far firmare a uno egli assessori competenti che si mettono ben in mostra con il Palio. Sarò il primo a riconoscerne i meriti. Sia, però, chiaro che non tollererò più queste false insinuazioni da parte di chiunque le diffonde e controllerò, a questo punto, che le cose vadano per il verso giusto. Accusano me e da un anno che sanno che serve agibilità.