(di Emanuele IAQUINTA)


Alcuni ragazzi bisignanesi con il progetto “Kill the trash” (in italiano “Uccidi la spazzatura”), da diversi giorni stanno ripulendo alcune aree della cittadina cratense, sperando di sensibilizzare l’intera popolazione sull’emergenza rifiuti e su quanto sia importante mantenere pulito il territorio.

Maria Guido, Paola Ragazzone, Nikolas Puterio e Pierpaolo Zicaro, questi i nomi dei ragazzi che hanno avuto l’idea di creare questa nobile iniziativa, dimostrano che ci sono giovani volenterosi che vogliono una Bisignano più pulita e un mondo migliore.

Domenica 10, meteo permettendo, questi ragazzi invitano l’intera popolazione alla giornata ecologica che si svolgerà nella zona adiacente il supermercato LIDL, dalle ore 10;00 alle ore 13;00.

Per quanto sia apprezzabile il lavoro che stanno svolgendo, pensiamo sia giusto, comunque, iniziare a perseguitare e punire chi, a differenza di questi giovani volenterosi, tende a sporcare ed inquinare il territorio, con l’ormai famoso “lancio del sacchetto” da auto in corsa e da chi senza controlli sversa di tutto nei nostri fiumi.

Per chi si comporta così scelleratamente, magari solo per far un dispetto all’amministrazione di turno, vorremmo ricordare che essere una persona ecologica e rispettosa dell’ambiente, non sta a significare essere rosso oppure nero, di destra o di sinistra, è semplicemente segno di buon senso ed educazione.

Per chi volesse seguire e dare una mano ai ragazzi di “KIll the Trash”, esistono le pagine dedicate su Facebook ed Instagram.