(di Uff. Stampa La Calabria che Vuoi/Forza Italia Bisignano)


Negli ultimi giorni il TG1 ha posto l'attenzione su una serie di depuratori messi sotto sequestro da parte dei carabinieri del corpo forestale dello stato, tra i quali anche i due di Bisignano inutilizzati e che sversano acqua non depurata nel fiume.

Questo è un danno al nostro territorio, sopratutto ai cittadini che vivono principalmente di agricoltura riscontrando numerosi problemi nella vendita dei prodotti, vista la non curanza del territorio.

Una domanda ci sorge spontanea: Le fogne non depurate dove sfociano? In quale torrente? In quale fiume? Ci pare che nel territorio di Bisignano ci sia un alto tasso di malattie tumorali, dipendesse da questo?

La cosa più emblematica è la totale assenza dell'amministrazione comunale e soprattutto dall'assessore preposto che di molti di quei agricoltori ne ha avuto il consenso. Oggi tutte queste aziende agricole e singoli agricoltori si ritrovano da soli senza nessun appoggio e nessuna tutela da parte delle istituzioni.