(di Uff. Stampa EMMEDIA)


(San Cosmo Albanese panorama)

La comunità di San Cosmo Albanese diventa meta accogliente per l’estate. Successo, infatti, per la recente edizione della sagra del fico, che ha appassionato i tanti turisti favorendo così anche la conoscenza di un settore di rinnovata espansione. Nel centro del paese, infatti, stand gastronomici e momenti di intrattenimento hanno permesso una coesione turistica di grande valore, con migliaia di visitatori che hanno così apprezzato le bellezze e le tipicità del territorio.

Associazioni di categoria, esperti e istituzioni si sono complimentati per la buona riuscita di una sagra del fico che sicuramente sarà un punto da cui ripartire prossimamente. Non a caso, le iniziative estive continuano con il supporto dell’amministrazione comunale di San Cosmo Albanese guidata dal sindaco Damiano Baffa. Fervono i preparativi per la terza edizione del festival dell’accoglienza, un’altra manifestazione che punta sulla partecipazione e sul coinvolgimento del pubblico.

Il festival infatti va a favorire tutti quegli aspetti che, soprattutto in epoca contemporanea, devono essere centrali nella vita dell’uomo, come l’accoglienza da promuovere in tutte le forme possibili per vivere in sintonia e concordia. Lo scopo della manifestazione, presentata dall’associazione Libera Eventi, è di regalare una serata di riflessione e anche di divertimento.

In primis per i più piccoli che venerdì 30 agosto alle ore 21 saranno allietati dal clown Fragolino, in seguito si esibirà la Peppa Marriti Band, una sorta di “Istituzione”: il gruppo nasce a Santa Sofia d’Epiro, un piccolo paese di origine Albanese in provincia di Cosenza. L’idea di fondo della band è quello di coniugare le radici del rock con la tradizione e la cultura “Arbëresh” (Italo-Albanese).

Numerose sono le partecipazioni ad importanti festival per un gruppo che su una base musicale tipicamente rock, valorizza le sonorità balcaniche (accentuate dall’uso del violino), con riferimento ai canti tradizionali (Vjersh) per poi proseguire nel mondo della musica popolare e contemporanea. Il fine del gruppo è quello di tutelare, attraverso la musica rock, la lingua e la cultura delle minoranze Italo-Albanesi, presenti nel Sud-Italia da più di 5 secoli. Infine, spazio per i fratelli Epiroots Family per una serata da non perdere!